Fondazione Lama Gangchen per la Pace nel Mondo

Lo scopo principale che la fondazione si prefigge è quello di promuovere lo sviluppo della Pace nel Mondo, creando le condizioni per un sistema educativo realmente interiore, a tutti i livelli, e incentivando un fattivo scambio culturale, spirituale e materiale tra Oriente e Occidente. Questo in pratica comprende anche la promozione di un dialogo tra scienza e religione – condizione necessaria per una vera crescita dell’umanità – così come la “riconciliazione della spiritualità con l’economia e la politica”, vale a dire la “riconciliazione tra mondo materiale e mondo non materiale”.

La fondazione mira in particolare a diffondere l’educazione alla pace interiore e un metodo di Auto-Guarigione per il corpo, per la mente e per l’ambiente; è un metodo che affonda le sue radici nella filosofia tantrica del buddismo tradizionale e che Lama Gangchen ha adattato alla indaffarata società in cui viviamo.

La diffusione della tradizione terapeutica e medica tibetana si prefigge anch’essa uno scambio reciproco tra medicina orientale ed occidentale.

Lama Gangchen sta dedicando le sue energie in particolare al dialogo interreligioso, nella convinzione che è soltanto unendo tutte le energie positive del pianeta, sia a livello interiore che esteriore, che si potrà raggiungere la pace mondiale.

Per concretizzare questa visione, nel 1995 ha presentato una proposta per creare un forum permanente all’interno dell’ONU – lo “United Nations Spiritual Forum for World Peace” (Forum spirituale delle Nazioni Unite per la Pace nel mondo) – nel quale tutte le correnti religiose e i loro leader e rappresentanti possano incontrarsi per concordare iniziative volte a realizzare la pace dentro ognuno di noi e la pace nel mondo intero.

Un forum spirituale per “identificare soluzioni non materiali” che dovrebbe diventare il “principale ente per deliberare le soluzioni più efficaci ai problemi individuali e globali”: una nuova solidarietà umana per il XXI secolo.

Lama Gangchen Rinpoche at VN

A partire dal 1995, la Fondazione Lama Gangchen per la Pace nel Mondo ha promosso questi concetti ovunque, presentandoli a capi religiosi e spirituali, a capi di stato e leader politici, ai segretari generali delle Nazioni Unite Boutros Ghali e Kofi Annan, ad ambasciatori, economisti, industriali, organizzazioni e istituzioni religiose, spirituali ed ecumeniche, agli NGO, a personaggi chiave della scena mondiale e a molti altri ancora, con uno sforzo mirato ad offrire a ciascun individuo e a tutta la collettività un invito aperto per operare il “miglior investimento per le future generazioni”, basato sul linguaggio comune della pace interiore, rinforzando il bisogno che noi tutti abbiamo di investigare il suo significato più profondo.

Per sostenere la sua nascita, si sono formati di comune interesse e consenso diversi gruppi nazionali e internazionali, tra I quali il Gruppo Forum Spirituale alle Nazioni Unite a New York. Essi stanno lavorando a una proposta collettiva per presentare le idee del Forum Spirituale e per sostenere il bisogno di spiritualità e lo sviluppo di una cultura di pace all’interno delle Nazioni Unite.

Questo lavoro si incentra sul promuovere, far approvare e suscitare la consapevolezza a livello mondiale in modo da focalizzare e rendere attuale nel XXI secolo il messaggio della spiritualità. Dato che definire la spiritualità e la sua importanza in questo millennio sta diventando argomento di discussione in tutti gli strati sociali ed esiste sicuramente un richiamo all’interdipendenza globale da portare oltre il livello fisico e materiale su un livello spirituale ‘più elevato’ che tutto collega in uno spirito di solidarietà tra i popoli nella ricerca di un nuovo approccio alla comprensione umana.

 

Sede centrale in Italia:

Isthar D.-Adler, Rappresentante ONU
Via Zara 20, Albagnano di Bée (VB) Italy
Tel +39-335-6140584
Tel/Fax +39-0323-569608
Email:

X